Azienda

Azienda
L'Azienda ospedaliero universitaria è stata istituita il 30 marzo 2007 con la delibera della Giunta regionale n. 13/1, in attuazione del protocollo d'intesa siglato dalla Regione Autonoma della Sardegna e dall'Università di Cagliari del 2004, ed è operativa dal 14 maggio 2007. Ne fanno parte l'Ospedale San Giovanni di Dio, la Clinica pediatrica Macciotta ed il Policlinico di Monserrato. Si tratta di tre presidi multispecialistici che ospitano strutture assistenziali e centri di ricerca di eccellenza.
Collegio di Direzione
Il Collegio di Direzione è presieduto dal Direttore Generale ed è composto dal Direttore Sanitario dal Direttore Amministrativo, dai Direttori di Dipartimento.

Gli atti aziendali stabiliscono la composizione e le attribuzioni del Collegio di direzione sulla base degli indirizzi regionali, prevedendo comunque la presenza in esso di personale sanitario convenzionato, i raccordi con gli organi aziendali, la sua partecipazione all'elaborazione del programma aziendale di formazione continua del personale, nonchè il suo potere di proposta sulle modalità ottimali per:

a) estendere la cultura e la pratica di un corretto governo delle attività cliniche o governo clinico;

b) prevenire l'instaurazione di condizioni di conflitto di interessi tra attività istituzionale ed attività libero professionale;

c) favorire la gestione delle liste di prenotazione delle prestazioni;

d) garantire il miglioramento continuo della qualità delle prestazioni e dei servizi;

e) promuovere una cultura collaborativa nei confronti delle altre aziende sanitarie, in particolare con riguardo alla mobilità intraregionale e allo sviluppo della rete dei servizi.
Organo di indirizzo
L'organo di indirizzo ha il compito di proporre iniziative e misure per assicurare la coerenza della programmazione generale dell'attivita' assistenziale dell'azienda con la programmazione didattica e scientifica delle universita' e di verificare la corretta attuazione della programmazione. La composizione dell'organo di indirizzo, nel numero massimo di cinque membri, e' stabilita nei protocolli d'intesa tra regione e universita'. L'organo di indirizzo e' presieduto da un presidente scelto all'interno del medesimo, nominato dalla regione d'intesa con il rettore. Durante il periodo transitorio, nelle aziende ospedaliere universitarie integrate con il Servizio sanitario nazionale, il presidente e' nominato dal rettore d'intesa con la regione. I componenti dell'organo di indirizzo sono scelti tra esperti di riconosciuta competenza in materia di organizzazione e programmazione dei servizi sanitari, durano in carica 4 anni e possono essere confermati. E' membro di diritto dell'organo di indirizzo il preside della facolta' di medicina e chirurgia. Non possono far parte dell'organo di indirizzo ne' i dipendenti dell'Azienda, ne' altri componenti della facolta' di medicina e chirurgia. Il presidente dell'organo di indirizzo lo convoca, lo presiede e ne fissa l'ordine del giorno. Il direttore generale partecipa ai lavori dell'organo di indirizzo, senza diritto di voto.
Direttore generale
Il Direttore generale è il rappresentante legale dell’Azienda. I compiti e le funzioni sono disciplinati dalla legge regionale n. 10 del 2006 e dal decreto legislativo n. 502 del 1992. In particolare è responsabile della gestione complessiva dell'azienda sanitaria.
Direttore sanitario
Il direttore sanitario partecipa, con la formulazione di proposte e pareri, alla direzione dell’Azienda, in attuazione dell’Atto aziendale. È nominato dal direttore generale secondo i criteri fissati dalla legge regionale n. 10 del 2006.
Direttore amministrativo
Il direttore amministrativo è nominato dal Direttore generale, secondo i criteri fissati dalla legge regionale n. 10 del 2006. Il decreto legislativo n. 502 del 1992 gli assegna la responsabilità della direzione dei servizi amministrativi dell’Azienda.
Collegio sindacale
Il Collegio sindacale è un organo dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria ed ha il compito di verificare l'amministrazione aziendale sotto il profilo economico, di vigilare sull'osservanza della legge ed accertare la regolare tenuta della contabilità e la congruità del bilancio.