Coronavirus, test sierologici per tutti i dipendenti del Policlinico Duilio Casula e San Giovanni di Dio

venerdì 31 luglio 2020
Prelievo al San Giovanni di Dio

Parte oggi il programma di screening sierologico all’Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari. Tutti i dipendenti del Policlinico Duilio Casula e del San Giovanni di Dio saranno sottoposti ai test per la verifica dell’immunizzazione al Sars-Cov2.

Si tratta di un programma importante e che rientra in un più ampio progetto che prevede la formazione del personale, una forte campagna di comunicazione e una campagna vaccinale già da metà settembre. Interessati diversi servizi tra cui: Direzione medica, Professioni sanitarie, Formazione, Medicina del lavoro, Laboratorio analisi, Farmacia e Comunicazione.

L’obiettivo dell’azienda è prendersi cura di pazienti, operatori sanitari e tutti i dipendenti garantendo ricoveri, visite ed esami in assoluta sicurezza. La prima fase, dunque, prevede lo screening sierologico del personale: saranno sottoposti a test circa 1800 persone, con un fitto programma che parte oggi e si concluderà la prima settimana di settembre.

Per l'assessore della Sanità, Mario Nieddu, «i test sierologici sono fondamentali per comprendere tutti gli aspetti legati alla circolazione virale. Informazioni che renderanno le nostre azioni future per contrastare il virus sempre più efficienti, a beneficio dei cittadini e degli operatori impegnati in prima linea». Prosegue, aggiunge l'assessore, «il nostro impegno sul fronte della prevenzione. La bassa circolazione virale in Sardegna testimonia l’efficacia delle misure finora messe in campo. Non dobbiamo però abbassare la guardia. Il diffondersi dell’epidemia in tutto il mondo ha messo in evidenza la necessità di focalizzare ogni sforzo per tutelare i soggetti più esposti e in particolare chi, ogni giorno, è impegnato in prima linea per garantire la salute dei cittadini».